Aree Protette

Riserva Naturale di Decima Malafede

La Riserva Naturale Decima Malafede è la più grande area protetta del sistema dei parchi gestito da RomaNatura. Le maggiori aree boschive dell’Agro Romano sono comprese in questa zona e costituiscono una delle maggiori foreste planiziali del bacino del Mediterraneo.

Uno studio del WWF vi ha censito oltre 800 specie vegetali. Quest’area, compresa tra il GRA, la via Pontina, la via Laurentina e il Comune di Pomezia, può anche vantare insediamenti umani che risalgono alla prima preistoria a circa 250.000 anni fa. La zona può dunque essere presa a modello dell’evoluzione complessiva dell’Agro Romano. In epoca imperiale fu costellata di ville poi trasformatesi, in periodo altomedievale, in grandi casali, in edifici fortificati e torri in grado di assicurare il controllo del territorio e delle strade. Il primo vincolo paesistico risale al 1985 ma è soltanto nel 1996 che si arriva alla perimetrazione dell’area e alla successiva istituzione (1997) della riserva naturale.

image Alt
image Alt
image Alt
image Alt

Sentiero Natura “Valle di Perna” Sentiero Natura “Andrea D’Ambrosio”


PUNTI DI INTERESSE

Solforata
Necropoli di Decima e di Vallerano
Castello di Decima e Torre di Perna
Castello di Monte di Leva e VII Torre
Castel Romano


Ultimi Articoli

imagealt
18 Aprile Escursione Naturalistica nella Riserva Naturale dell’Insugherata a cura della Cooperativa Climax con il Patrocinio di RomaNatura

Leggi di più
imagealt
COMUNICATO STAMPA. Approvato il Piano d’Assetto della Riserva Naturale della Marcigliana

Leggi di più
imagealt
18 aprile. Trekking nel Parco. Alla scoperta del colle Monte Mario

Leggi di più
imagealt
Comunicato stampa. Fruizione sostenibile, valenza naturalistica, storica, culturale, e sociale, RomaNatura riconosce ufficialmente il “Sentiero Trilussa”.

Leggi di più
imagealt
11 aprile. Visita guidata nella Riserva Naturale della Marcigliana

Leggi di più
imagealt
3-5 aprile. Attività in zona rossa

Leggi di più
imagealt
Casa del Parco Valle dell'Aniene. Nuova gestione

Leggi di più
imagealt
Parco dell'Insugherata, centinaia di arnie per salvare le api.

Leggi di più

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Maggiori Informazionicookies