News

ANSA – Ecoitaliasolidale, “Istituiamo un Parco nazionale per il Tevere” La proposta nella Giornata Internazionale del Mar Mediterraneo

ROMA, 8 LUGLIO 2024 -“Istituire un Parco Nazionale del Tevere per salvaguarda re il nostro mare dall’inquinamento dalla plastica”. E’ la proposta lanciata oggi da Pierluigi Benvenuti, presidente di Ecoitaliasolidale, in occasione dell’incontro promosso per celebrare la Giornata Internazionale del mar Mediterraneo presso il Porto Turistico di Roma, ad Ostia. “Difendere il mar Mediterraneo, vuol dire salvaguardare le 12mila specie marine, pari al 4% della biodiversità mondiale. La plastica in mare determina il 3,7% dell’effetto serra che potrebbe salire al 4,5% nel 2050, con un livello di peso specifico per cui in mare ci sarà più plastica che pesci. Le micro particelle di plastica arrivano in gran parte dai fiumi: secondo uno studio dell’Università Tor Vergata di Roma in dieci anni sono state sversate in mare 8mila tonnellate di microplastiche”.

Da qui le proposte dell’associazione Ecoitaliasolidale per un Giubileo “plastic free” e il più ambizioso progetto di istituire un Parco Nazionale del Tevere, con il coinvolgimento di quattro Regioni e 82 comuni. “Proponiamo di realizzare un parco plastic free, ma allo stesso tempo accessibile e fruibile, che possa divenire un Patrimonio dell’Umanità dell’Onu” ha concluso il presidente Benvenuti. All’incontro erano presenti la consigliera del Comune di Pomezia, Elisa Arzente, i rappresentanti locali di Ecoitaliasolidale, della Guardia Costiera, e Marco Visconti, Commissario Ente Regionale Roma Natura che ha la gestione dell’Area Marina Protetta delle Secche di Tor Paterno: “Roma ha una bella area marina protetta a poche miglia da qui, caratterizzata da una biodiversità eccezionale che stiamo monitorando per comprendere gli effetti delle microplastiche disperse in mare. Al momento – ha commentato Visconti – possiamo dire che non abbiamo riscontrato effetti dei cambiamenti climatici in quest’area, ma dobbiamo stare molto attenti e proseguire l’azione di educazione e sensibilizzazione verso i temi di tutela ambientale”. Durante l’incontro, tenutosi presso il diving center Blue Marlin, era prevista anche un’uscita con sopralluogo all’Area Marina Protetta di Tor Paterno, rinviata per le condizioni marine non favorevoli.(ANSA)

Fonte: ansa.it

 

Questa pagina è stata utile?

SI
NO
Grazie per il tuo Feedback!