Menu Superiore
SOCIAL
Menu Principale

A.M.P. Secche di Tor Paterno

Le Secche di Tor Paterno sono costituite da una formazione rocciosa, coperta da organismi animali e vegetali che, scavando o costruendo le loro “tane” nel corso dei secoli, ne hanno modificato la forma. Si presentano come una vera e propria isola sul fondo del mare, in un ampio “deserto” di sabbia e fango.

 

La profondità massima è di circa 60 metri mentre la sommità della “montagna” giunge a 18 metri sotto il livello del mare. Nulla emerge dall’acqua, né è normalmente visibile dalla superficie. Le condizioni di torbidità, assai variabili, sono legate agli improvvisi mutamenti del regime delle correnti, causati dalla vicinanza con il delta del Tevere. E proprio il fiume offre un importante contributo per lo sviluppo della vegetazione marina, ed è responsabile della alta “produttività ecologica” della zona: difatti, sulle Secche si concentra una sorprendente quantità di vita animale e vegetale.

La sommità del banco roccioso è popolata dalla Posidonia oceanica che qui vive fino a circa 25 metri di profondità. Più in profondità si trovano interessanti colonie di celenterati, stretti parenti del corallo, come la bellissima Gorgonia rossa e gli Alcionari, rarissimi altrove. Uno studio di pochi anni fa attesta la presenza di Gerardia savaglia, un raro celenterato noto come “Corallo nero”. Sono numerose le specie di pesci, sia di fondale, come la Murena, il Gronco, e la Rana pescatrice, che di acque libere, come la Spigola, il Cefalo, l’Occhiata, il Sarago. In superficie, in alcune stagioni, non è difficile avvistare i delfini.

Il 29 novembre 2000, il Ministero dell’Ambiente ha dichiarato la zona delle Secche di Tor Paterno “Area Marina Protetta”, affidandone la gestione a RomaNatura.

Questa è l’unica Area Marina Protetta in Italia ad essere completamente sommersa e a non includere alcun tratto di costa.

Casa del mare + barche 3 6.12.12 Archivio RN- Cinzia FornizSede dell’Area Marina Protetta è la Casa del Mare che si trova nella zona di Ostia levante, in via del Canale di Castel Fusano 11, proprio di fronte al Borghetto dei Pescatori. Venne fatta costruire nella seconda metà degli anni ’30 dal Regio Genio Civile. La sua architettura, di matrice futurista e funzionalista, richiama la forma delle navi.

Per ulteriori informazioni consulta il sito: www.ampsecchetorpaterno.it

 

PUNTI DI INTERESSE

Il Borghetto dei pescatori
Memorie di vita in un villaggio di pescatori