Menu Superiore
SOCIAL
Menu Principale

Pubblicato il mag 30, 2018 in News

COMUNICATO STAMPA
PROSEGUE COLLABORAZIONE ROMANATURA E ISTITUTO AGRARIO EMILIO SERENI BELLISSIMA ESPERIENZA CON “NATURA & DISABILITÀ: INSIEME PER CRESCERE”

Si è conclusa nella giornata di ieri presso Villa Mazzanti nel Parco di Monte Mario, la seconda stagione del percorso di inclusione socio-lavorativa dei ragazzi affetti da autismo studenti dell’Istituto Agrario Emilio Sereni, nelle aree verdi di RomaNatura. Il progetto al suo secondo anno, frutto di un protocollo d’intesa tra l’Ente e l’Istituto, nasce dalla volontà di offrire ai ragazzi l’opportunità di apprendere nuovi contenuti didattici ed educativi sentendosi parte integrante del territorio e della comunità.

“Il progetto Natura & Disabilità: insieme per Crescere, è stato fortemente voluto dal nostro Ente– dichiara Maurizio Gubbiotti, Presidente di RomaNatura– perché i parchi, e ancor di più i parchi urbani e periurbani, oggi insieme ad un impegno fondamentale sul fronte della protezione e della conservazione della natura, devono impegnarsi seriamente anche sul fronte sociale, essendo più attenti ai bisogni delle persone. È sotto gli occhi di tutti come le aree naturali protette possano essere un potente promotore di integrazione sociale, luoghi dove poter rendere concreti percorsi finalizzati alla costruzione di sinergie per l’integrazione socio-lavorativa degli allievi con disabilità, portando un contributo fattivo nella creazione di una rete virtuosa sull’inclusione e l’occupazionalità dei giovani. L’educazione ambientale, la valorizzazione di spazi verdi, la tutela del paesaggio e dell’ambiente- aggiunge Gubbiotti- sono un veicolo importante anche per promuovere tutto ciò, finalizzandolo l’autonomia per la realizzazione di un progetto di vita individuale”.

Sono state tantissime le attività svolte dai ragazzi supportati dal personale scolastico e dai Guardiaparco dell’Ente, a partire dalla riqualificazione della sentieristica, alla creazione di aiuole, alle piantumazioni, al restauro delle panchine. “Accoglienza, integrazione ed inclusione sono i valori che dovrebbero presiedere ad ogni momento e ad ogni azione educativa, affinché ogni individuo si possa sentire sempre riconosciuto come persona con la propria storia, le proprie appartenenze, le proprie idee e i propri bisogni- conclude Gubbiotti- ed è per questo che con grande soddisfazione possiamo annunciare da subito che alla riapertura delle scuole non solo il progetto proseguirà, ma coinvolgerà altri istituti, altri territori ed altre comunità”.

Roma 30 Maggio