Menu Superiore
SOCIAL
Menu Principale

Pubblicato il giu 8, 2018 in News

COMUNICATO STAMPA
Giornata Mondiale degli Oceani: riserve marine protagoniste nel combattere l’inquinamento, salvaguardare biodiversità e rilanciare turismo ed economia

Si celebra oggi, 8 giugno, la Giornata Mondiale degli Oceani, istituita dall’ONU con l’obiettivo di coinvolgere i Paesi nella conservazione degli oceani e dei mari, e sensibilizzare l’opinione pubblica sulla salvaguardia del “cuore blu” del pianeta, incoraggiando scelte sostenibili per fronteggiare il grande problema che incombe sulla salute degli oceani: l’inquinamento.

A farla da padrone come è stato per la Giornata mondiale dell’Ambiente, quest’anno è la plastica o meglio, la microplastica, visto che negli oceani finiscono annualmente 8 milioni di tonnellate di materiale plastico.

Purtroppo la grande varietà di plastica in varie dimensioni, è entrata a far parte della dieta di molte specie marine, entrando  di conseguenza nella catena alimentare di tutti noi, e quindi un necessario miglioramento della gestione dei rifiuti, lo sviluppo di materiali sostitutivi della plastica e campagne di sensibilizzazione per un utilizzo di prodotti più sostenibili e contro l’abbandono dei rifiuti, possono portare importanti risultati per la conservazione e la sostenibilità degli oceani, dei mari e delle risorse marine.

“Un ruolo fondamentale e positivo per fronteggiare l’inquinamento e arricchire il patrimonio di conoscenze sull’esigenze di tutela dell’ambiente marino e il corretto utilizzo della risorsa mare, è rappresentato dalle Aree Marine Protette- dichiara Maurizio Gubbiotti, Presidente di RomaNatura– reale risorsa di sviluppo sostenibile socio-economico e culturale di un territorio nel rispetto, nella protezione e nella salvaguardia dei patrimoni di biodiversità immensi. L’Area marina Secche di Tor Paterno oltre ad essere un luogo di eccellenza del sistema dei Parchi di RomaNatura, seconda per biomassa solo a Tavolara, rappresenta un patrimonio unico del mare di Roma a poche miglia dalla costa all’altezza delle spiagge di Ostia e Torvaianica, con un patrimonio di biodiversità di immenso valore, nonché stimolo per lo sviluppo di un’economia locale, responsabile e sostenibile. Per favorire sia una fruizione sempre più ampia e rispettosa, ma anche affrontando la sfida dello sviluppo locale- aggiunge Gubbiotti- abbiamo appena approvato i disciplinari inerenti le attività di pesca ricreativa, piccola pesca artigianale, e immersioni subacquee all’insegna del delicato equilibrio ambientale, preservando l’identità del luogo, incoraggiando filiera corta e miglio zero. Per celebrare al meglio questa giornata- conclude Gubbiotti- colgo anche l’occasione per annunciare la sottoscrizione di un nuovo protocollo d’intesa con il Reparto Operativo Aereonavale della Guardia di Finanza di Civitavecchia per la sorveglianza, tutela e promozione della nostra Area Mariana Protetta, e l’avvio delle attività con l’Associazione “Wave Market” che con una  rassegna culturale “Wave Food Fest”, esposizioni, musica, mostre, dibattiti, laboratori, sulle tante opportunità della “Blue Economy” come strumento di sviluppo economico sostenibilità e innovazione per il mare e l’ambiente, animerà per tutta l’estate la nostra Casa del Mare al Borghetto dei pescatori di Ostia”.

Roma, 8 giugno 2018