Menu Superiore
SOCIAL
Menu Principale

Pubblicato il feb 23, 2017 in News, Vigilanza

Antibracconaggio Sequestrati un fucile da caccia e 179 catucce

Antibracconaggio
Sequestrati un fucile da caccia e 179 catucce

La prolificazione della popolazione di cinghiale che stà avvenendo negli ultimi anni nelle nostre Aree Naturali  Protette rappresenta un’attrattiva irresistibile per i cacciatori di frodo che vedono nelle aree protette un serbatoio inesauribile di fauna selvatica. Nella Riserva Naturale Regionale della “Marcigliana” questo fenomeno demografico è talmente evidente che ormai è frequentissimo scorgere branchi di cinghiale al pascolo sia di giorno che di notte.  Questo dovevano ben saperlo anche le persone sorprese in evidente atteggiamento di caccia perpetrato dall’interno di un autoveicolo.

Intorno alle ore 18.00 del 30 gennaio 2017 i Guardiaparco in servizio di sorveglianza antibracconaggio, hanno notato un’auto ferma a luci spente in un campo a poca distanza dalla strada ed in una località dove è intenso il passaggio di cinghiali. Al sopraggiungere del mezzo di sorveglianza il conducente ripartiva precipitosamente ed impegnava la carreggiata per fermarsi poco dopo a seguito delle segnalazioni luminose dei Guardiaparco.

Invitati a scendere dall’auto C.O. (63 anni), G.C. (53) e M.M. (45) venivano trovati in possesso di un fucile da caccia semiautomatico e 179 cartucce che venivano immediatamente posti sotto sequestro ed i tre uomini denunciati a piede libero alla competente autorità giudiziaria.